Il primo blog dedicato esclusivamente alla ristrutturazione della tua casa!

Pittura termica: tutto quello che devi sapere

Casa nuova o da ristrutturare? Oppure vuoi semplicemente svecchiare gli ambienti e dar loro un colore diverso? Chiaramente, i toni usati per le pareti contribuiscono a rendere una casa specchio di coloro che ci vivono all’interno ma la pittura assolve anche ad un altro compito, ovvero quello di fungere da protezione.

Ecco perché, al di là della scelta del colore, sarà fondamentale optare per una pittura di qualità, che merita attenzione per garantire anche la cura massima della propria abitazione.

In questo contesto, allora, si inserisce la pittura termica che (conosciuta anche come pittura termoisolante) è un prodotto innovativo.

La sua applicazione garantisce, infatti, il termo-isolamento ed il riflesso dai raggi infrarossi, proteggendo gli ambienti dagli sbalzi di temperatura, responsabili della condensa ed anche della comparsa di muffe.

Composta da varie e minuscole particelle ceramiche resine e cave, anche l’impiego di una piccola quantità di prodotto permette che avvenga la coibentazione termica, primo vantaggio di quelli certamente numerosi di cui si può godere qualora si opti per questa pittura.

L’applicazione di questa innovativa tipologia di vernice contribuisce a rendere più stabili il calore e l’umidità presenti all’interno dell’ambiente verniciato e l’ottimizzazione del prodotto la si garantisce unitamente alla presenza di buoni infissi ed isolando l’intera struttura.

Conseguenza immediata è il risparmio in quanto, così facendo, si otterrà una notevole riduzione della dispersione del calore che, nella bella stagione, permetterà anche di limitare l’uso del condizionatore.

Ma la pittura termica protegge gli ambienti anche dall’umidità e, pertanto, è consigliata soprattutto nei bagni e nelle cucine dove limiterà la condensa e, quindi, anche l’eventuale presenza di fastidiose muffe.

Pittura termica: i costi

Coloro che decidono di ricorrere all’impiego della pittura termica devono considerare i suoi costi come un investimento: infatti, se è vero che essi siano elevati rispetto a quelli della pittura tradizionale, lo è altrettanto che si ammortizzano nel tempo grazie al risparmio che si ottiene in relazione alle bollette.

La pittura termica si acquista già pronta per essere utilizzata e, quindi, non c’è la necessità di diluirla.

Facile anche da stendere, è un’ottima soluzione per svecchiare gli edifici – sia all’interno sia all’esterno – e renderli più moderni ed accoglienti. Soprattutto, il suo costo (che oscilla tra i 50 ed i 150€ a seconda della qualità) è anche giustificato in quanto si tratta di un prodotto di lunga durata.

Come applicare la pittura termica: procedimento

  1. Il primo passo consiste nell’eliminazione delle irregolarità dalle pareti e della presenza di residui di intonaco
  2. Bisognerà, quindi, procedere alla fase della stesura dello stucco e carteggiare la parete, stendendo uno strato di gesso e levigando le pareti
  3. Procedere con l’applicazione di un apposito fissativo per pittura termica che darà garanzia di una maggiore aderenza possibile
  4. Utilizzare il rullo oppure un pennello per stendere la pittura termica senza che essa sia diluita.
  5. Attendere 12 ore circa, in modo che si asciughi la prima mano di pittura
  6. Trascorso questo tempo, procedere ad una nuova mano di vernice.
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest

Articoli correlati